❤️ Le 3 tipologie di VIDEO più amate dagli utenti ❤️

ASCOLTA il post cliccando su PLAY!

Che il video sia uno dei formati che generano più engagement in assoluto ormai è risaputo. 

Il video piace perché è facilmente fruibile, è più accattivavate di un semplice testo e genera maggior empatia permettendoci di vedere in faccia la persona che parla e di entrare in “connessione” con lei.

Una ricerca di Single Grain, agenzia di digital marketing di Los Angeles, ha evidenziato di recente questi dati:

– Ogni mese l’85% degli utenti negli USA guardano contenuti video

Entro il 2021 avremo un incremento del 19% sul tempo medio dedicato alla visione di video, raggiungendo i 100 minuti 

il 93% delle aziende ha affermato di aver ottenuto nuovi clienti grazie a contenuti video pubblicati sui social

– il 63% delle attività afferma che il video sia la risorsa più efficace nei social per il ritorno di investimento

Ma quali sono le tipologie di video più amate dagli utenti?

Ecco qui le prime 3 in classifica che possono offrirti uno spunto per cominciare ad integrare i video nella tua strategia di content marketing. 

E se stai pensando che fare video sia molto più difficile che produrre risorse testuali come un articolo, un report o, addirittura, una guida sulla destinazione che più ami (e vendi), posso suggerirti semplicemente una cosa:

mettiti alla prova e concediti il tempo di prendere confidenza con il mezzo e vedrai che, non appena comincerai a sentirti a tuo agio davanti alla videocamera (del tuo computer, del tuo smartphone o una vera e propria videocamera digitale) potrai scoprire che, forse, non solo è più semplice di quanto pensassi ma è addirittura divertente!

E, se proprio dovessi scoprire che questo mezzo non fa davvero per te, ho una buona notizia 🙂

Ci sono tanti tipi di video con cui puoi attirare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti o riaccendere l’interesse di clienti che si sono persi nel tempo per strada. 

E non tutti necessitano della tua presenza. 

Perciò accantoniamo il timore di “occupare la scena” e vediamo insieme quante possibilità abbiamo per fare un ottimo lavoro con i contenuti video, prendendo anche spunto da esempi concreti che ho ricercato tra gli operatori nel mondo dei viaggi e che possono essere fonte di ispirazione per la tua prossima produzione.

Ecco le prime 3 tipologie di VIDEO più amate dagli utenti:

1. Vlog

I Vlog sono dei blog che esprimo e diffondono la voce di un brand attraverso dei video, anziché degli articoli.

Come scrive molto chiaramente Antonio Meraglia, autore di Video Marketing Digitale:

“Il vlog è – come suggerisce il suo stesso nome – un blog sotto forma di video, in una forma di diaristica online che procede per mezzo di riprese. Questa prima definizione ci permette di sottolineare una delle caratteristiche peculiari di questo fenomeno: il suo andamento narrativo. Sia che si tratti dell’unboxing di una scatola di prodotti di bellezza, che della ricetta del tiramisù che del resoconto di un viaggio oltreoceano, il vlog racconta una storia che l’utente trova utile o interessante e lo spinge a continuare la visione.” (Clicca qui per leggere l’articolo )

Puoi realizzare brevi video semplicemente con la camera del tuo computer o dello smartphone per parlare di una destinazione, di un singolo servizio, di un evento particolare che si svolgerà in quella specifica località e, perché no, annunciare anche un’offerta appena uscita e che merita l’attenzione dei tuoi clienti.

Non devi pensare di fare il video del secolo.

Se parti con quest’idea non pubblicherai mai il tuo primo video e tutti, prima di trovare il proprio modo di stare davanti alla camera e condividere contenuto interessante con i propri potenziali clienti, hanno dovuto fare pratica e testare i formati più idonei.

Ma alla fine è il contenuto che conta e, un po’ alla volta, anche la tecnica prenderà la sua migliore forma. Accertati solo di avere una buona qualità dell’immagine (la luce, in questo caso, gioca un ruolo decisamente importante) e che la registrazione dell’audio sia adeguata (eliminando fruscii, rimbombi o suoni che possono distrarre l’attenzione).

Dopodiché ciò che dici o racconti che fa la grande differenza.
Il Vlog è infatti il formato in cui la narrazione e lo storytelling ti permettono di conquistare l’attenzione e la fidelizzazione dell’utente.

Potesti pianificare un piano editoriale che ti porti a raccontare, con cadenza costante (una volta al giorno/settimana/mese) una destinazione o addirittura un aspetto particolare e specifico di essa, come cibi, eventi, musei particolari, alloggi fuori dal comune, ecc…

Una buona idea potrebbe essere delegare, a chi lo fa ormai di mestiere, il compito di raccontare un tuo particolare viaggio per far conoscere il tuo prodotto attraverso la sua produzione di video, creando una vera e propria partnership.

#ESEMPIO DAL MONDO DEL TRAVEL#

Trip Therapy


Per il Vlog ho scelto come esempio il canale YouTube di Claudio Pellizzeni “Claudio Trip Therapy.

L’ho scelto non tanto per i numeri, ci sono canali che hanno dieci volte i suoi follower/visualizzazioni, ma per il modo semplice, immediato e genuino con cui racconta i luoghi che attraversa.

Potrebbe essere uno spunto per il tuo nuovo canale YouTube?

2. Dietro le quinte

Questa tipologia di video è perfetta per raccontare la “company culture” ovvero lo spirito che muove e anima un’azienda, eliminando la distanza tra brand e cliente.

Scoprire quello che accade dietro le quinte da sempre incuriosisce e affascina le persone e allora perché non raccontare con piccoli video la quotidianità del tuo lavoro?  

Farsi vedere con la propria faccia e far conoscere il proprio team di persone ti aiuta a rendere la tua azienda o attività più “familiare” e vicina all’utente che ancora non ti conosce e che, proprio grazie a questi video, può cominciare a capire chi sei e come operi.

Potresti raccontare, ad esempio, come fai a trovare la tariffa migliore per un volo. A cosa presti maggior attenzione quando un cliente ti richiede un particolare servizio e in che modo la tua esperienza, competenza ed anche gli strumenti che utilizzi nel tuo quotidiano, rendono possibile intercettare le offerte più in linea con la richiesta ricevuta.

Molti viaggiatori, ad esempio, pensano che sia sufficiente andare su Skyscanner, Kayak o altri comparatori simili, per trovare la tariffa migliore di un volo. 

Ma un operatore che lavora nel mondo del turismo ha ben altri strumenti a cui attingere e, spesso, gli permettono di offrire tariffe e servizi migliori. 

Allora perché non raccontarlo con un breve video?

In questo modo ottieni 2 risultati contemporaneamente:

  • crei engagement con i tuoi follower perché gli stai aprendo le porte della tua azienda/attività 
  • demolisci la certezza che il FaiDaTe sia sempre la soluzione più economica 

Ovviamente questo è solo un esempio e di storie “dietro le quinte” se ne possono trovare tante, anche in base a come è costituta la tua azienda, se hai più dipendenti che puoi coinvolgere o se operi come singolo professionista, sei sei specializzato su un prodotto specifico o se sei generalista, ecc…

Ognuno avrà il proprio backstage da mostrare.

E tu cosa potresti svelare ai tuoi potenziali clienti?  

#ESEMPIO DAL MONDO DEL TRAVEL#

WestCoastViaggi

Come esempio per questa tipologia di video ho scelto un “dietro le quinte” un po’ particolare perché si tratta di una serie di video che Claudio di WestCoastViaggi ha realizzato di recente per mostrare personalmente alla sua clientela in che modo viaggiare e quali sono le misure di sicurezza adottate nei villaggi in cui ha organizzato i viaggi di gruppo estate 2020, rigorosamente targati “Italia”.

E’ dunque partito alla volta di Calabria e Sicilia, in un tour studiato e realizzato proprio per mostrare direttamente ai propri potenziali clienti, e ai clienti più affezionati, che lo seguono ormai di viaggio in viaggio con un entusiasmo davvero esplosivo, come sono organizzati in questo particolare momento i villaggi proposti.

Una carrellata di servizi offerti, attività possibili e tutto ciò che può essere di interesse per chi sta pensando di fare la propria vacanza in villaggio.

Consapevole dei dubbi e delle incertezze che ancora persistono a causa del Covid ha scelto di mostrare il suo lavoro in diretta, coinvolgendo i suoi follower in questo viaggio perlustrativo e “dimostrativo”.

E’ un grande esempio di connessione brand-clienti e i numeri dell’engagement parlano da soli 😉  

3. Interviste e Domande/Risposte

Le video-interviste sono una tipologia di video che si sta diffondendo sempre di più nei canali social, Facebook in primis.

Soprattutto in periodo di lock-down moltissime aziende, di tanti settori diversi, hanno scelto questa modalità per :

  • comunicare con la propria audience e instaurare un rapporto 1 to 1
  • consolidare la propria autorità nel settore, dimostrando competenza, professionalità e spirito di condivisione
  • Creare connessioni con partner e professionisti del proprio settore per approfondire temi caldi, trend del momento e argomenti di interesse per i propri potenziali clienti.

Creare questo tipo di video è piuttosto semplice. 

Il lavoro più impegnativo è progettare il piano editoriale in base a cosa vuoi raccontare e quale obiettivo vuoi raggiungere. 

Procedi quindi a stilare la lista di persone che possono fare al caso tuo, per sviscerare i temi da trattare e cominciare a girare 🙂

Con un po’ di allenamento si acquisisce presto la capacità di gestire piacevolmente la conversazione, a partire da una scaletta di domande che ti aiutano a far parlare l’intervistato evitando i momenti di silenzio e coinvolgendo anche chi ti sta seguendo, se il video è in diretta, come nell’esempio che ho scelto.

#ESEMPIO DAL MONDO DEL TRAVEL#

Video Interviste Evolution Travel

Per questa tipologia, infatti, mi hanno colpito le dirette dei Consulenti Evolution Travel con i clienti (qui un esempio), trasformandole in veri e propri “racconti di viaggio”.

Un format molto interessante perché:

  • dà voce a chi ha vissuto il viaggio
  • rafforza la competenza e professionalità dell’operatore 
  • fornisce informazioni utili a chi sta pensando di fare un viaggio simile

Inoltre è molto semplice da realizzare grazie ad applicazioni come Be.live o StreamYard che rendono più facile e professionale la gestione della diretta Facebook, permettendoti di condividere lo schermo, aggiungere persone, evidenziare domande e commenti… rendendo questa tipologia di video alla portata di chiunque voglia mettersi alla prova.

Chi potresti intervistare per evidenziare l’unicità del tuo prodotto o delle tue offerte? Corrispondenti, partner, clienti in viaggio, collaboratori… 

Focalizza cosa vuoi trasmettere ai tuoi follower, clienti o prospect e comincia a pensare chi potrebbe aiutarti a raccontarlo nel migliore dei modi.

Ed ora scendiamo dal podio.

Sì perché di tipologie di video di tutto interesse ce ne sono tante e subito dopo la terza posizione, troviamo: i Webinar, gli Eventi, le Presentazioni, i Tutorial/Come fare a…, le Recensioni di prodotti, le Testimonianze dei clienti…

Mi soffermo su quest’ultima, che amo particolarmente perché le testimonianze rappresentano uno degli elementi di marketing più potenti che si possano sfruttare per ingaggiare nuovi clienti.

E le testimonianze video sono ancora più efficaci perché uniscono il potere della voce di chi ha già provato il tuo servizio al potere del video che rende il messaggio più immediato, reale e accattivante.

In questo momento sto proprio sperimentando un’applicazione per la richiesta e gestione di video commenti… ma non ti anticipo nulla, appena sarà tutto pronto te ne parlerò in un articolo ad hoc perché la ritengo una risorsa eccezionale 🙂

A presto!